Nella soleggiata mattina del 17 marzo, presso il Casale della Regina, si è tenuta la conferenza stampa in onore della 22° festa delle Camelie. L’ormai radicata ricorrenza è da anni un fiore all’occhiello per la città di Velletri, che, celebrando questo bellissimo fiore di cui le sue campagne abbondano, si riveste di petali multicolore, stand e mercatini. Quest’anno, l’evento presenta alcune particolarità, enunciate dal vicesindaco Marcello Pontecorvi: prima tra tutte, la data. A differenza degli altri anni, infatti, le giornate di svolgimento saranno 2 e 3 aprile; questo perché le date tradizionali, ovvero le ultime di marzo, sono coincidenti con la Pasqua. Altra peculiarità da non sottovalutare è poi la ricorrenza dell’anno giubilare, molto significativa, come dimostra il fatto che ad un simbolico ibrido di camelia è stato conferito il nome di “Camelia della misericordia”. L’ibrido sarà donato a S. Clemente, la cattedrale della città, e ha suscitato l’entusiasmo del vescovo di Velletri, il quale ne ha proposto persino il recapito in Vaticano. Quel che è sicuro è che il fiore inonderà il centro storico; il corso, infatti, tornerà ad ospitare i vari stand e, rivitalizzato, sarà anche una spinta propulsiva all’economia dei commercianti lì ubicati. Anche il mercato coperto è stato coinvolto: al suo interno sarà possibile degustare i migliori prodotti del territorio. E’ stato inoltre creato …

Per leggere l’articolo intero recati alla più vicina edicola e richiedi il settimanale La Torre