Arriva la primavera, e con essa l’inconfondibile sapore di fave, accompagnate dall’immancabile pecorino: il binomio trionfante che da anni predomina nelle cucine romane. Tutti infatti conosciamo il famoso antipasto, e almeno una volta nella stagione disponiamo sul tagliere il formaggio e le fave, magari con un po’ di vino rosso, pronti per essere gustati. Ma perché non provare a rivisitare l’antica tradizione? Il gusto e i sapori possono essere mantenuti nella pratica e deliziosa ricetta delle “crocchette di patate, fave e pecorino”, che vi proponiamo di seguito.
Cominciate con le patate: una volta messe a bollire, per 25 minuti, sarà il momento di passare alle fave. Queste ultime vanno accuratamente sbucciate della loro pellicina amara; impresa non facile, ma basterà lasciarle scottare nell’acqua in ebollizione per qualche secondo, e poi lasciar scorrere su di esse acqua fresca: ora basterà fare una piccola incisione e la Fava uscirà da sola.
Nel frattempo le patate saranno pronte per essere sbucciate e schiacciate; ad esse bisognerà aggiungere il pecorino, le fave, un po’ di sale e pepe nero macinato a piacere. Non aggiungete uova, neanche solamente tuorli, altrimenti le crocchette si apriranno in cottura. A questo punto non resterà che conferire al composto la tipica forma sferica delle crocchette, passare i bocconcini nella farina, nell’uovo e nel pangrattato (in quest’ordine), friggere le crocchette e stupire i vostri ospiti con un antipasto originale e dal gusto strabiliante!
Ludovica Di Ridolfi