Eccoci di nuovo! Vi siamo mancati?… beh ci auguriamo di si.

“Giornalisti tra i fornelli” l’unica rubrica che non ha nulla da insegnarvi, anzi siamo noi che impariamo da voi… anche perché l’unica cosa che sappiamo fare è spalmare lo stracchino sul pane(anche troppo!). Ritorno in grande stile con una ricetta che vi farà rivivere i giorni dell’infanzia, quando la mamma vi coccolava e voi stavate lì, ignari di tutto a guardarla come se al mondo ci fosse solo lei.
Altre considerazioni.

La ricetta di oggi non è semplice cibo da ingurgitare… quella di oggi è più un modo di essere, un lifestyle che chi non l’ha potuto vivere… beh peggio per lui. Gli ingredienti sono abbastanza poveri, reperibili ovunque: brodo vegetale, pane, formaggio di grana, olio e un tuorlo d’uovo. Ancora non avete capito cos’è?… Stavolta non sveleremo il nome, sarete voi ad indovinarlo alla fine nei vostri commenti, così potrete sbizzarrirvi con le più svariate risposte e chissà qualcuno di voi potrebbe anche indovinare. Bene! Detto ciò, iniziamo con la preparazione del nostro piatto. Per prima cosa bisogna preparare il brodo vegetale, abbastanza facile, basta far cuocere in una pentola d’acqua una carota, una zucchina e una patata. Fatto questo, versatelo in un pentolino e portatelo ad ebollizione e nel frattempo aggiungete una fetta di pane e fatela cuocere per bene a fuoco lento, fino a formare un impasto morbido. Infine, a fuoco spento aggiungete il tocco finale: formaggio grana, olio e un tuorlo d’uovo, mescolate e… leccatevi i baffi!

Davide Brugnoli