E’ iniziato un nuovo corso per “La Torre”, sotto una nuova guida, che vede schierati in testa il direttore editoriale Daniel Lestini ed il direttore responsabile Michela Emili, insieme ad altri validi colleghi giornalisti del territorio. Il nuovo progetto prende le mosse dalla volontà di fare di questo giornale storico veliterno un punto di riferimento dell’informazione castellana ed oltre, offrendo settimanalmente un approfondimento valido sui principali temi che animano il nostro frizzante territorio. Ma vogliamo fare di più ed andare oltre.
La Torre vuole essere, infatti, un veicolo di informazione fatto per la gente e con la gente. Siete voi lettori i nostri più importanti interlocutori e a voi vogliamo non solo rivolgerci, ma vi vogliamo al tempo stesso coinvolgere, perché è proprio dalle vostre segnalazioni, opinioni e consigli che si sostanzia un’informazione realmente radicata nelle comunità locali. Uno sguardo sempre attento a ciò che ci circonda, ai segnali più o meno visibili, unitamente ad un impegno ed una dedizione costante, siamo sicuri faranno da sprone per la costruzione di un rapporto duraturo tra il giornale e voi tutti.

Il nuovo numero de “La Torre”, dopo la pausa estiva, quello che segna l’inizio della nuova progettualità, sarà in edicola tutti i venerdì (al costo di 1 euro e 30). Tenendo fede agli iniziali intendimenti di dar voce alle reali istanze che provengono dal territorio, in questo numero potrete trovare lo “Speciale Terremoto”, in cui abbiamo raccolto per voi le testimonianze di alcuni volontari dei Castelli romani che hanno prestato il loro aiuto ai terremotati del reatino, a seguito del terribile sisma dello scorso 24 agosto che ha distrutto ogni cosa. Troverete inoltre lo “Speciale Paralimpiadi”, con le interviste ai tre atleti dei Castelli romani che sono già partiti alla volta di Rio di Janeiro, dove dal 7 al 18 settembre si svolgeranno i Giochi Olimpici dedicati ai diversamente abili.  E poi ancora tanta attualità, politica e sport  in tutti i Comuni che ricadono nel vasto territorio che La Torre intende “scrutare”, con l’impegno di garantire il massimo pluralismo e di offrire un’informazione il più completa possibile.

Non ci resta che augurarvi buona lettura.

 

Screenshot_2016-09-01-16-37-13-1-1